Un nuovo cemento per assorbire l'inquinamento


Utilizzato dal 1997 in Giappone fa la sua comparsa anche in Europa un nuovo tipo di cemento che è in grado di assorbire inquinamento dall'aria. 

Da anni simili tecnologie vengono testate in tutto il mondo per individuare qualche forma di asfalto o materiale da costruzione in grado di assorbire emissioni inquinanti presenti nell'aria. Si chiama cemento Noxer ed è una pavimentazione in calcestruzzo che dispone di un rivestimento spesso 5-7 mm di biossido di titanio (TiO2) in cima ad uno strato di malta cementizia. 

L'immagine qui sopra mostra il processo attraverso il quale il cemento Noxer assorbe monossido e biossido di azoto (NO e NO2) dall'aria:
1. Il biossido di titanio è un fotocatalizzatore (sostanza che se esposta alla luce è in grado di aumentare la velocità di una reazione chimica) e quando è esposto ai raggi ultravioletti del sole
2. assorbe e rende innocui gli ossidi di azoto (NO e NO2) convertendoli in ioni nitrato (NO3-), che vengono poi
3. lavati via dalla pioggia o imbevuti nel calcestruzzo per formare depositarsi e diventare composto stabile.

La città di Kendal, nella contea di Cumbria ha deciso di procedere all'installazione del cemento Noxer, nel tentativo di rispettare i livelli di inquinamento atmosferico previsti dalla legge ma sfuggiti al controllo dell'amministrazione pubblica. 

Nonostante un portavoce del dipartimento per l'ambiente Britannico ha dichiarato che ci sono limitate prove che il Noxer possa avere effetti positivi nel lungo termine sulla qualità dell'aria soprattutto dal momento che le azioni più efficaci per ridurre l'inquinamento nelle città dovrebbero concentrarsi nella riduzione del traffico e incentivo di mezzi pubblici, piste ciclabili e veicoli elettrici. 

Nel caso italiano, piena emergenza inquinamento atmosferico in tutto il Nord Italia e nelle principali città lungo la penisola, questa tecnologia potrebbe rappresentare un ottimo supporto nel breve termine per limitare i danni dell'inquinamento mentre si attuano politiche di medio e lungo termine con l'obiettivo di ridurre lo smog prodotto quotidianamente. 

Nessun commento:

Posta un commento