Ionizziamo l'aria

Lo ionizzatore è uno strumento che serve per purificare gli ambienti da pollini, fumo e polveri sottili. Il funzionamento è il seguente: lo ionizzatore, una volta collegato alla corrente, usa l'energia per caricare elettricamente le molecole dell'aria, generando ioni negativi. Gli ioni negativi hanno due importanti proprietà:
- si legano elettrostaticamente alle cariche positive come pollini polveri e fumo, le catturano e le fanno cadere per terra- fanno bene all'organismo attenuando o addirittura eliminando problemi di depressione, ansia, stress e insonnia

In natura gli ioni negativi si trovano in quantità abbondanti (decine di milioni per cm cubo di aria) in montagna, nei pressi delle cascate, dopo i temporali o all'interno di un box doccia mentre l'acqua si infrange sul nostro corpo, è per questo che ci si sente meglio dopo aver respirato in questi luoghi.

In commercio ci sono molte marche e modelli di ionizzatori per l'aria ma non tutti hanno le stesse proprietà. In generale per valutare la qualità di uno ionizzatore bisogna vedere:
- quanti milioni di ioni negativi produce per cm cubo di aria e in quanto tempo
- quale è la rumorosità del prodotto in funzione (se è rumoroso passa la voglia di tenerlo acceso per dormire o per rilassarsi)

Mentre sull'effetto purificante dell'aria, ossia di eliminazione delle sostanze tossiche, non si trovano grandi studi o ricerche effettuate che ne confermino o meno la validità, sull'effetto di riduzione ed eliminazione di polveri pollini e batteri ci sono diversi studi conclusi che dimostrano l'efficacia dello ionizzatore, anche con la collaborazione di ospedali per i test (come nel caso dell'ospedale St James a Leeds in Inghilterra dove è stata condotta una sperimentazione ionizzando l'aria e ottenendo risultati oltre le aspettative in termini di riduzione dei batteri - articolo in inglese - e delle infezioni).

Nessun commento:

Posta un commento