Siamo sulla cattiva strada

Secondo le recenti ricerche dell'istituto statunitense Health Effects Institute  vivere o lavorare nei pressi di strade trafficate rappresenta un rischio per la salute. Secondo i risultati di studi condotti in USA e basati anche su dati raccolti in diverse città in tutto il mondo, le emissioni dei veicoli nelle zone trafficate sono decisamente superiori a quelle che si registrano mediamente nella città o nel quartiere.

L'attenzione verso questo tema è sempre più crescente dal  momento che il numero di persone che vive nei dintorni di strade trafficate è in costante aumento data l'espansione delle città e un flusso sempre maggiore di veicoli nelle strade. Nel Nord America per esempio rappresenta circa il 30-40 per cento della popolazione vive nei dintorni di queste strade.

In una ricerca condotta dallo stesso Istituto nel 2010, un gruppo di esperti ha esaminato oltre 700 studi sulla stessa tematica provenienti da tutto il mondo analizzando e comparando i risultati sugli effetti sulla salute. Hanno concluso che l'inquinamento del traffico provoca attacchi di asma nei bambini, e può causare una vasta gamma di altri effetti tra cui: l'insorgenza di asma infantile, alterata funzione polmonare, morte.

La distanza dalle strade trafficate che in conclusione è stata considerata dannosa è di circa 300, 500 metri dalla carreggiata. 


Nessun commento:

Posta un commento